Teatro Mongiovino

Il Teatro Mongiovino, TEATRO per l’infanzia, riserva a tutta la comunità universitaria di Tor Vergata e ai dipendenti del Policlinico Tor Vergata le particolari riduzioni di prezzo per l’acquisto di biglietti e/o abbonamenti di seguito indicate:

  • uno sconto pari al 30% su biglietti e abbonamenti, sia per bambini che per adulti

2 e 3 Marzo ore 16.00

POP BEAT

Uno spettacolo concerto per chi è bambino, per chi è stato bambino e per chi vuole ricordare com’era essere bambini.
Daniele Antonini e la sua Pop Beat Band vi faranno divertire, emozionare e condividere la vostra infanzia, la vostra gioventù e le vostre emozioni con il pubblico e con i vostri figli.

Ideazione e regia: Daniele Antonini
Con: Daniele Antonini e la PopBeat Band

Fascia d’età: dai 3 anni in su

“E quando l’anima prese il volo, ricordai di essere stato un bambino…”

PopBeat è musica pop e rock cantata e suonata dal vivo dalla PopBeat Band. Undici elementi sul palco pronti a sognare e far sognare un pubblico di ogni età.
Il repertorio proposto spazia dallo stornello romano a “Whisky il ragnetto” suonata e cantata in versione rock, dalla poetica “L’Isola che non c’è” fino a “Nothing else matter” dei Metallica passando per “Let it go” in versione hard rock.

Il concerto è accompagnato da un vivace intrattenimento e coinvolgimento del pubblico: palloni lanciati in platea, proiezioni video, macchine di bolle di sapone, macchine della neve, fontane di fuoco e tantissimo altro.

PopBeat è un’esperienza, è l’invito per gli adulti a giocare e divertirsi in compagnia di tutti i bambini presenti.
PopBeat: dove bambini ed ex-bambini si danno la mano per giocare insieme.


9 Marzo 2024 Ore 17.00

H2Ops!

Uno spettacolo illustrato sulla nascita del mondo… ci credereste? È proprio la meraviglia portata in scena da Consorzio Balsamico e Lisa, con un racconto che si disegna davanti ai vostri occhi… goccia dopo goccia. Il tutto mescolando tecniche di animazione di luci e materie e cianotipia, rime, cantilene e suoni d’acqua: davvero qualcosa di mai visto prima!

Drammaturgia: Giada Borgatti
Con: Giada Borgatti, Silvia Cristofori, Marzia Meddi
Scene: Eva Miškovičová e Alessandra Stefanini
Light design: Marco D’Amelio
Musiche originali e sound design: Michele Boreggi
Regia: Virginia Franchi
Una produzione: Consorzio Balsamico e LISA
Con il sostegno di: Ass. Cult. TEATROinSTALLA
In collaborazione con: Centro Teatrale MaMiMò

Fascia d’età: dai 4 anni in su

Sederti in poltrona e assistere alla nascita del mondo: ti immagini che spettacolo?

E che sorpresa ancora maggiore sarebbe scoprire che ciò da cui tutto è iniziato è qualcosa che incontriamo ogni giorno, ripetutamente.
Il segreto della vita dentro il nostro rubinetto.
Goccia dopo goccia, fino a riempirne i fiumi, i mari, gli oceani interi, facendo della terra un unico mondo liquido.
Se poi abbiamo pazienza, e aspettiamo, impariamo che l’acqua cambia. Sempre.
Anche quando torna se stessa, lei comunque è diversa. Si fa goccia, poi onda, poi ghiaccio, poi fiocco di neve.
Che resta sempre acqua, ma non è mai la stessa.
Cresce, l’acqua. Impara. Evolve. Sceglie. Si lascia andare.
E se aggiungiamo un altro pochino di pazienza alla pazienza, scopriamo che anche noi, dentro di noi, di acqua ne abbiamo dai piedi fin quasi al mento.
Allora anche noi possiamo cambiare. Lasciarci andare ed essere coraggiosi.
Cambiare forma. Cambiare stato.
Diventare qualsiasi cosa scegliamo, con la potenza della valanga e la calma della gocciolina.
Siamo acqua.
Possiamo essere tutta la vita che vogliamo.
Quindi, fatti acqua e cambia.
Il viaggio sarà un vero spettacolo della natura.

PROGETTO

H2Ops! – Uno spettacolo illustrato racconta la storia dell’acqua partendo dalle sue origini: in principio non c’è che un unico punto blu, che muovendosi e cercando spazio si sarà fiume, mare, oceano.
Grazie alla sua natura mutevole, al suo continuo e progressivo cambio di forma e stato, nasceranno le montagne, poi le piante, gli animali e infine l’uomo, portandoci in un viaggio dal grande verso il piccolo, il dentro di noi, fin nella pancia della mamma, per poi compiere un ultimo balzo nell’incredibilmente grande, che è il cosmo con le sue comete.
Utilizzando il linguaggio dell’animazione di luce e materie, unito alla specificità della tecnica della cianotipia, la messinscena vuole raccontare la natura dell’acqua, come una sorta di favola scientifica, che si fonde con la poesia del crescere e dello scoprirsi, per fare esperienza di come quello che ci circonda possa rispecchiarci pienamente in ogni passo che facciamo.

La cianotipia infatti, per sua natura fuggevole, veicola perfettamente il concetto di scorrevolezza: questo antico metodo di stampa a contatto permette di realizzare immagini, dal tipico colore blu ciano, mediante l’uso di una specifica emulsione che reagisce di fronte alla luce ultravioletta. Questa tecnica è, per sua natura specifica, fuggevole.
L’immagine che si crea infatti non si cristallizza ma, al contrario si lascia andare e, addirittura, se l’inclinazione della luce che la colpisce cambia, l’immagine stessa si modifica.
Il linguaggio visuale si fonde con la drammaturgia originale: rime, cantilene e suoni dell’acqua si intrecciano alla parola intessendo, come trama ed ordito, un tappeto sonoro che riporta ai ritmi dello scorrere, dello stare in movimento, così familiari all’infanzia.


10 Marzo 2024 ore 17.00

Babayaga Storia di una Strega

Da una fiaba della tradizione russa su una strega nascosta in un bosco che, si dice, mangiasse i bambini a una moderna favola che parla di un’amicizia, ma anche di bullismo, diversità e cooperazione.

Autore e regia: Claudio Massimo Paternò
Interpreti: Ingrid Monacelli – Laura Ladislava Dujsikova
Tipo di drammaturgia: Contemporanea
Linguaggio: Teatro d’attore, figure animate in lana intrecciata
Una produzione: Micro Teatro Terra Marique

Fascia d’età: dai 4 anni in su

“Cosa vuol dire essere diversi?”
È qualcosa che ha che fare con la nascita oppure con i sentimenti?
Potrebbe spiegarlo bene Yaga, che fin da bambina è sempre stata presa in giro dai suoi coetanei e schernita perché aveva un dente solo e una personalità forte.
Crescendo il mondo non è stato molto più dolce con lei: infatti, ha subito vessazioni e maldicenze di ogni tipo che l’hanno convinta (o costretta) ad allontanarsi dalla società e a rifugiarsi nella sua pittoresca casina nei boschi in compagnia solo dei suoi animali, di un cancello arrugginito e di un salice.
Rifugge il mondo, Yaga, ci ha provato ma ha capito che il mondo non è posto per lei.
Forse però non è la sola a cercare rifugio nel bosco.
Anche Michetta, bambina orfana e sensibile, amante del canto e buona d’animo, subisce le vessazioni dei suoi crudeli compagni di classe e fugge, scappa di casa.
L’incontro tra le due sembra essere inevitabile e fatale… ma saranno in grado di fare nascere un’amicizia?
Oppure si tratta della solita fiaba riguardante una strega che mangia i bambini smarriti?
La tradizionale fiaba russa viene reinterpretata in chiave contemporanea, puntando il dito su tematiche quali il bullismo, l’accettazione del diverso e la cooperazione.
La narrazione procede con ritmo incalzante e con accattivanti effetti scenici, che permettono di moltiplicare la profondità dell’argomento.
I piani di lettura sono
moltissimi e tutti facilmente leggibili per i bambini.
Una fiaba che fa riflettere, sorridere, divertire e anche un po’ commuovere.

Nota di regia:
Yaga e Michetta sono due figure che rappresentano la diversità.
Entrambe oggetti di pregiudizio da parte della comunità, sono emarginate e viste come strane.
Vittime di bullismo decidono di seguire due strade differenti: Yaga l’autoisolamento e la fuga dal confronto in primis da sè stessa, Michetta l’autoformazione e un processo che la porterà ad accettare la propria diversità.
I destini dei due personaggi sono legati tra loro e l’evoluzione della prima è in relazione con l’evoluzione della seconda.
Entrambe impareranno innanzitutto a comprendersi, accettarsi e a rapportarsi con l’altro in modo costruttivo.

Un viaggio “fantastico” nella foresta tenebrosa del proprio inconscio


BIGLIETTI
Adulti: € 12,00
Bambini (1-9 anni): € 10,00 

ABBONAMENTI
3 spettacoli a scelta: Adulti: € 25,00- Bambini (1-9 anni): € 20,00
5 spettacoli a scelta: Adulti: € 40,00- Bambini (1-9 anni): € 35,00

Per informazioni e prenotazioni  Tel. 06.51.31.492 – www.accettellateatro.itmongiovino@accettellateatro.itprenotazioni@accettellateatro.it